fbpx
MENU

Le ghirlande, un caldo simbolo di Natale

Ci sono segni natalizi ai quali sono più affezionata rispetto che ad altri, segni immancabili nella mia casa durante le feste, segni che cambio ogni anno ma che mantengono una certa identità, una certa impronta.

Uno di questi è rappresentato dalle ghirlande.  Le mie preferite sono quelle semplici, con il verde vero e il “tono su tono”, caratteristiche che anche con il passare degli anni mantengo inalterate e che danno continuità al mio stile e al mio modo di pensare e di essere: caratteristiche che si riflettono di conseguenza anche nelle scelte artistiche e di stile di Verde Salvia Home.

Adoro le ghirlande di muschio vero con il fiocco verde scuro abbinato, anche se non mi dispiace nemmeno il nastro rosso Valentino.

Il fiocco può essere di vario materiale, come cotone, gros grain, lino, ma il mio preferito rimane quello di velluto perché le tonalità calde vengono accentuate dalla corposità di questo tessuto, che dona all’istante il calore dell’inverno e del Natale. La sua eleganza inoltre è eterna.

Ma si possono appendere le ghirlande anche con semplice spago per dare una sensazione più rustica, ma pur sempre appagante per gli occhi.

Amo le ghirlande composte da erbe aromatiche, soprattutto quelle con il rosmarino. Sono belle e gradevoli all’olfatto perché, quando le si sfiora, lasciano il loro particolare aroma tra le dita. Amo anche quelle di pino o di eucalipto, magari associate a bacche sempreverdi.

In alternativa alle ghirlande con il verde fogliame, non mi dispiacciono quelle composte da rami semplici, senza addobbi, dallo stile un po’ scandinavo.

L’unica eccezione che mi concedo nel total look verde è l’inserimento di piccoli fiori rosso fuoco che sembrano dei divertenti pon pon e che donano una luce intensa all’insieme.

Inoltre, questi fiorellini rimangono intatti nel tempo e si possono riutilizzare anche nei successivi anni.

Insomma, non fate mai mancare una ghirlanda appesa alla porta di casa! E’ un simbolo di benvenuto per chi ci farà visita, ma anche un dolce pensiero per noi stessi e per la nostra casa.

Perché non trattarci bene e rendere bello quello che vediamo e viviamo quotidianamente?

E non limitatevi ad addobbare con le ghirlande solo l’esterno: anche gli interni ne possono godere. Le possiamo appendere alle seggiole, su una mensola all’entrata, alle finestre o sopra il camino. Sceglietele piccole o giganti, con le luci o senza, con qualche casetta bianca o di legno.

Ma siate sempre semplici perché le cose semplici sono eterne, non stancano mai.