fbpx
MENU

La Festa delle Lumere

La festa delle Lumère è una antica tradizione popolare mantovana.

Nasce secoli fa, molto prima di Halloween.

Nella notte di tutti i Santi, le vie della città vengono addobbate con le zucche coltivate nelle campagne mantovane.

Le zucche vengono svuotate e all’interno viene posizionata una candelina per rendere omaggio a tutte le anime.

Tradizionalmente queste luci avevano la funzione di illuminare la strada agli spiriti di passaggio da un mondo all’altro.

Ai giorni nostri, in quella notte, è bello camminare lungo il Rio tra i bassi porticati di via Pescheria, dove un tempo si trovava il mercato del pesce e sentire in lontananza le grida eccitate dei bambini che mangiano frittelle e dolciumi.

Si tratta di un angolo nascosto e sconosciuto ai più, dove la città dei Gonzaga pare somigliare ad un quartiere di Venezia: canali d’acqua, case sui canali stessi e profumo di laguna.

Per un attimo potreste sentirvi smarriti.

Da lì è possibile proseguire per via Orefici, anche questa vissuta più dai mantovani che dai turisti, che con il suo fazzoletto di case rischiarate dalle lumère vi porterà fino alla Rotonda di San Lorenzo, fino alla Torre dell’orologio in Piazza Erbe e camminare in questa direzione fino a Piazza Sordello, antico cuore politico e religioso della città.

Mantova è una città a misura d’uomo, accogliente e affascinante, che nasconde tesori immensi.

La festa delle Lumère potrebbe essere una bella occasione per visitarla, anche per la sua tradizione culinaria, lasciandosi magari coccolare da un caldo piatto di tortelli di zucca.