fbpx
MENU

Taglieri di legno riciclato

Avevo trovato in casa pezzi di legno che servivano come campionatura e in una falegnameria parti di assi non più utilizzabili poiché troppo piccole per servire ancora a costruire mobili o altro.

Allora ho pensato di raccoglierli e di ridargli nuova vita: ero felice di poterlo fare, come se quei legni inanimati, in realtà, mi parlassero e mi dicessero cosa dovevo fare.

Ecco come sono nati i taglieri, alcuni molto piccoli, ma proprio per questo simpatici e divertenti.

Inoltre ho voluto dar loro anche più dignità e arricchirli di maniglie dorate, diverse una dall’altra, trovate nel retrobottega di una ferramenta: in realtà erano pomelli di bastoni per tende ed erano raccolti in uno scatolone un po’ spaiati.

Insieme, il legno e questi pomelli riadattati in maniglie risultano armonici e originali.

Io li penso nel bel mezzo di lunghe tavole con sopra i nostri meravigliosi formaggi in monoporzione associati all’uva o ai fichi in ricchi antipasti, o con sopra le marmellatine fatte in casa associate a piccoli panini per una colazione all’esterno, sotto ad un albero e magari con una bella vista sulle colline toscane, o con sopra piccoli dolcetti come gli amaretti o i cantucci insieme a minuti bicchieri di passito delle nostre isole o a tazzine semplici e bianche ricolme del  nostro amatissimo caffe.

Amo moltissimo questi oggetti perché a guardarli mi mettono allegria.

E’ bellissimo vederli tutti insieme ed è piacevole annusarli: eh si, perché le varie essenze di legno profumano in modo intenso e del tutto personale.

E dai vari profumi puoi divertiti a scoprire il legno di origine.

Sono taglieri sostenibili che non fanno male al nostro ambiente e che fanno bene alla nostra coscienza.

Ve ne innamorerete!

 

Elena